I bancali EPAL, quotidianamente utilizzati come attrezzi di carico della vostra merce, sono considerati a tutti gli effetti parte integrante dell’imballaggio delle merci e pertanto di esclusiva pertinenza del destinatario.

 

 

Sono condizioni indispensabili per la gestione da parte del vettore dei resi bancali:

  • la chiara, ben visibile ed inequivocabile indicazione, da parte del mittente sul d.d.t., della dicitura “bancali Epal da rendere al vettore alla consegna“.
  • la previsione contrattuale della franchigia bancali

Inoltre, sappiamo bene, che ai fini della determinazione del peso verrà inclusa la relativa tara della merce, la quale sarà soggetta a tassazione.

Per questo stiamo ottimizzando al meglio il nostro sistema di gestione dei bancali Epal con dei semplici accorgimenti:

FASE 1) ARRIVO: CARICO MERCE e BANCALI

All’arrivo di un nostro corriere, l’ autista ritirerà e caricherà la merce contando e verificando gli effettivi bancali Epal a lui affidati , mentre sarà il cliente stesso ad annotarli sul rispettivo DDT, documento di trasporto.

 

FASE 2 ) COMPILAZIONE e RILASCIO BUONO CONSEGNA

Ogni autista sarà dotato di un blocchetto di buoni di consegna sul quale annoterà il numero di bancali presi in carico. Nel buono sono ben esplicitati data, nome del cliente, numero di Epal caricati, nome dell’autista.
Una copia del buono sarà rilasciata al cliente, l’altra rientrerà in sede per il conteggio totale cliente-vettore.

 

FASE 3) CONTEGGIO PERIODICO BANCALI EPAL

Periodicamente il cliente riceverà l’estratto conto degli Epal – comprensivo di franchigie e di numero dei bancali non resi dai destinatari – per poi procedere al pareggio.

 

Ritardi nella riconsegna:
Qualora il destinatario incorra in ritardi nella preparazione dei bancali pallet da restituire o ometta in ogni caso di riconsegnare tempestivamente al vettore i bancali entro il completamento delle operazioni di scarico, il loro numero verrà sottratto dal totale da rendere al mittente (farà fede l’indicazione contenuta sul documento di spedizione del Vettore).
In questo caso il mittente potrà rivalersi unicamente nei confronti del destinatario.

In caso di danneggiamento:
Il vettore non risponde dei danni ai bancali se non per colpa grave. E’ comunque esonerato da qualsivoglia responsabilità in relazione a danneggiamenti imputabili al destinatario; a tal fine il vettore potrà annotare sul ddt ogni danno presente sui pallet restituiti.

Per il servizio estero non vi è ancora alcun sistema di gestione dei bancali a rendere.